Pasqua|Come organizzare una caccia alle uova in casa

Sono un’appassionata di cacce al tesoro fin da bambina. Mi piace parteciparvi, ma anche organizzarle ed ecco perché la parte che preferisco di Pasqua è proprio la caccia alle uova!

Per prepararla non è assolutamente necessario avere un giardino: in casa ci sono ottimi nascondigli. Bastano degli indovinelli in rima, dei foglietti, delle uova sode colorate, qualche uovo di cioccolato e il gioco è fatto!
Chiaramente se i bambini in questione sono ancora piccoli, sarà necessario l’aiuto di un adulto per poter leggere quello che c’è scritto sui vari bigliettini e, magari, per qualche aiutino nel risolvere gli indovinelli. Mi raccomando, però: non intervenite subito o almeno non fatelo dando la soluzione, lasciate al/la bimbo/a il tempo di riflettere per arrivare alla soluzione da solo. Ogni indovinello deve portare allo step successivo, quindi fate attenzione.

Come procedere

  1. Scrivi gli indovinelli uno per foglietto,
  2. attaccali a un uovo sodo colorato (1 indovinello = 1 uovo)
  3. metti l’uovo sodo nel punto indicato dal biglietto precedente.

Volendo, potresti sostituire le uova sode con delle uova in plastica come queste. In questo caso, il biglietto potrà essere messo all’interno e, se ti va, potresti inserire anche qualche piccolo ovetto di cioccolato.

NB: Il tesoro (alias tutte le uova di cioccolato) va nascosto in un armadio.

Indovinelli

Il primo indovinello dovrà essere posizionato in un punto bene in vista.

INDOVINELLO 1
Questa notte il coniglio è arrivato
e delle uova ha scordato
presto su, inizia la caccia
prima che fuori buio faccia.
Tutti gli indizi son ben nascosti
indovina in quali posti!

Sono alto, grosso e mangione
quando mi chiudi devi fare attenzione
perché il freddo non deve scappare
se i gelati non vuoi far squagliare.

soluzione = frigorifero

INDOVINELLO 2 (questo biglietto sarà nel frigorifero o nel freezer)
Ho quattro gambe, ma non posso camminare
su di me si può scrivere, dipingere e mangiare.

soluzione = tavolo

INDOVINELLO 3 (questo biglietto sarà sopra o sotto il tavolo)
Ho una bocca rotonda e grande
dove metto perfino le mutande
con il detersivo e l’acqua calda
pulisco anche la macchia più spavalda
in casa sono una gran lavoratrice
forza su, io son la….

soluzione = lavatrice

INDOVINELLO 4 (questo biglietto sarà nell’oblò della lavatrice)
Se fuori è grigio e minaccia di piovere
senza di me non ti muovere
mi puoi aprire con la prima goccia
per non bagnare la tua capoccia!

soluzione = ombrello

INDOVINELLO 5 (questo biglietto è nascosto in un ombrello)
Non sono molto alto, ma ho il materasso
e saltarmi sopra è uno spasso.
ho due morbidi cuscini
per la gioia di mamma, papà e bambini
l’ultimo indizio da me devi cercare
se le tue uova vuoi trovare!

soluzione = letto matrimoniale

INDOVINELLO 6 (questo biglietto deve essere nascosto sul letto matrimoniale)
In tutte le stagioni mi puoi usare
senza paura di farmi stancare
Maglie, camice e pantaloni
son per me degli amiconi!
Ripiani e appendini son parte di me…
allora, su, hai capito cos’è?!

soluzione = armadio

A questo punto, non resterà capire in quale degli armadi presenti in casa si nasconde il dolce bottino!

Colorare le uova sode senza coloranti

Cassettina di legno con uova sode colorate e coniglietto in ceramica
Credits: La casa imperfetta

Quest’anno ho deciso di provare a colorare le uova con verdure e/o spezie. Dopo una ricerca in rete ho deciso di provare a colorarle usando:

  • cavolo cappuccio rosso = uova azzurre
  • succo di mirtillo = uova viola/blu
  • curcuma = uova gialle

Per esser sicura che le uova prendessero un bel colore, ho deciso di optare per quelle bianche, perché avevo il dubbio che il giallo non si vedesse bene.

Il procedimento è piuttosto semplice: mettere la singola verdura o spezia in un pentolino con 3 bicchieri d’acqua, un cucchiaio di aceto bianco e far bollire per circa 30 minuti. Versare l’acqua colorata in una tazza e immergervi le uova sode per circa 2 ore avendo cura che siano ben coperte.

Con la curcuma io ho provato due modi diversi: ho messo la curcuma nel padellino con acqua e aceto e poi dopo 20 minuti ci ho immerso l’uovo fresco e ho fatto bollire ancora 10 minuti in modo che l’uovo fosse sodo. Il risultato è stato un giallo bello intenso. Poi, ho tolto l’uovo e versato l’acqua gialla in un bicchiere in cui avevo messo un uovo già rassodato e l’ho lasciato lì 2 ore. In questo caso, dato che l’acqua si è poi raffreddata, il giallo dell’uovo è brillante ma più tenue rispetto al primo.

Dosaggi: 

  • cavolo cappuccio rosso = 3 foglie
  • succo di mirtillo = 1 bottiglietta di succo con in più 1 solo bicchiere di acqua (anziché 3)
  • curcuma = 1 cucchiaio

Il risultato finale è piuttosto uniforme, ma volendo si potrebbero decorare con foglie o fiori. Per farlo, bisogna prendere delle foglie o dei fiori, attaccarli al guscio dell’uovo sodo usando dell’albume spennellato come colla, inserirli in una calza di nylon e immergerli nell’acqua colorata. Non avendo a disposizione le foglie, ho provato con uno a fare delle righe avvolgendolo con dello spago. Il risultato si vede poco, perché non ho resistito: a metà dell’ammollo ho tirato lo spago per sollevarlo dall’acqua e vedere come stava venendo e… si è srotolato!

ATTENZIONE: tenere d’occhio i pentolini con l’acqua in modo che non evapori tutta, perché sennò tocca cominciare da capo con nuovi ingredienti. Io ho dimenticato il pentolino con gli spinaci per fare le uova verdi e così tutta l’acqua verde brillante è evaporata. Ho provato ad aggiungere dell’acqua e il tutto è diventato di un giallo-verde poco invitante.

Non resta che augurarti buona caccia e buoni preparativi!