Space clearing | Come creare spazio in casa liberando i nostri libri

Se c’è una cosa che non smetterei mai di acquistare sono i libri. Ho anche un e-book reader, ma sfogliare concretamente un libro, sentire la grammatura della carta e respirare l’odore delle pagine dà tutto un altro sapore alla lettura. Almeno per me che non sono nativa digitale.

Da quando sono mamma, poi, ho iniziato a comperare libri anche per Tommy, sperando di trasmettergli la mia passione e così ho scoperto anche il magico mondo degli albi illustrati. Alcuni hanno delle immagini talmente belle che verrebbe voglia di staccare la pagina e incorniciarla!

Di sicuro, però, i libri occupano un sacco di spazio ed è davvero difficile che io legga lo stesso libro più di una volta, eccenzion fatta per quelli di Tommy (che spesso so a memoria).
La soluzione migliore sarebbe di non acquistarli e diventare assidua frequentatrice della biblioteca, ma non c’è niente da fare: i libri sono sempre presenti nella mia “lista dei desideri” su Amazon e nella lettera che scrivo a Babbo natalizio (sì, la scrivo ancora a 40 anni suonati: che male c’è ad aiutare chi si trova in difficoltà e non sa cosa regalarti, no?!).

Buttare un libro nel bidone della carta, anche no. Mi piace molto di più l’idea di dargli una nuova vita, in modo che possano continuare a raccontare le loro storie anche ad altre persone. Quindi, ho provato a capire come poterli liberare dalla polverosa staticità della (mia) libreria. Cercando qua e là, sono arrivata alla conclusione che le soluzioni possono essere principalmente 4: donazione, scambio, vendita o riciclo.

1. Donazione

I libri possono essere donati a ospedali, case di riposo, scuole per l’infanzia (se si tratta di libri per bambini), cooperative sociali/residenziali, biblioteche.

Ho provato a fare qualche ricerca e a scrivere qualche mail, per capire se a Mori e dintorni esiste qualche ente felice di ricevere dei libri usati per i propri ospiti/pazienti/utenti. Ammetto che molte mail sono rimaste senza risposta (dovessero arrivarne di nuove, incrementerò il post), altre hanno ricevuto una risposta negativa per “carenza di spazio”. Quindi, l’idea di base è questa: prima di andare con scatoloni pieni di libri in una casa di riposo/ospedale/scuola/ecc., contatta l’ente e verifica se accettano o meno libri usati e, se li accettano, verifica che tipo di libri. Di solito, libri di testo ed enciclopedie non li vuole nessuno.

Comunque, rispetto alle mie ricerche – non esaustive, perché ho scritto ad alcune associazioni/enti, non a tutti quelli sul territorio – i libri in zona possono essere donati:

Alla Cooperativa Girasole, che accoglie uomini adulti in difficoltà per problemi di dipendenza; con fragilità di natura psichiatrica e/o sociale.
Questa comunità si trova a Rovereto. Prima di recarti alla sede, tieni conto che accettano solo romanzi e che è meglio scrivere una mail per prendere i dovuti accordi (com.residenziale@coopgirasole.org).

Tra le biblioteche locali, possono fare al caso tuo:

  • La biblioteca comunale di Brentonico. Accetta i libri ad eccezione delle enciclopedie. Se quanto donato non viene ritenuto idoneo per la biblioteca, a meno che l’utente non lo rivolga in dietro, viene destinato al mercatino dei libri usati che organizza periodicamente. Per gli orari di apertura, clicca qui;
  • La biblioteca civica G. Tartarotti di Rovereto. Non accetta testi scolastici ed enciclopedie. Una volta consegnati i libri, viene fatta una selezione dal personale della biblioteca che tiene conto di una serie di fattori, tra cui, ad esempio, il numero di copie del medesimo romanzo e decide se inserirli a catalogo o destinarli al bookcrossing (v. sotto)
  • La biblioteca comunale di Trento. Anche qui non vengono accettate enciclopedie. Siccome viene fatta una valutazione dei libri per capire se corrispondenti alle funzioni ed alla specificità delle proprie raccolte, è sempre meglio contattare prima i bibliotecari delle varie sedi e verificare con loro se i libri in proprio possesso vanno bene o meno. Qui, il regolamento e il modulo da compilare per la donazione.

2. Scambio

Un’altra soluzione può essere il bookcrossing che consiste nel “lasciare un libro in un luogo pubblico in modo che possa esser preso e letto da altri“.
Volendo, oltre a lasciare il proprio, si può prenderne uno o più tra quelli che sono presenti, scambiando libro per libro. In provincia ci sono diverse realtà, eccone alcune (anche qui, lista assolutamente non esaustiva):

  • Il comune di Rovereto ha deciso di farsi carico di questa attività dandole una forma più strutturata. Ha così installato 9 casette gialle e verdi nei parchi cittadini di San Giorgio, del Brione, di S. Maria, di Via Benacense (Parco d’Istria), di via Dante (Giardini alla Pista), di Noriglio, di Marco, di Borgo Sacco (parco Dionisi) e al Giardino di Lizzana (via alla Piof). La biblioteca civica “G. Tartarotti” si è presa l’incarico di inserire nelle cassette i libri usati che le vengono donati dai cittadini e che non possono far parte del proprio inventario.
  • a Calliano, il circolo culturale “I Gaudenti” in collaborazione con il Comune e la Biblioteca di Calliano ogni quarta domenica del mese organizza Libero Libro nella chiesetta sconsacrata dei SS. Fabiano e Sebastiano a Calliano, via Tre Novembre.
  • Alessia e Antonio del Laboratorio d’arte e ceramica di via della Terra hanno dedicato uno spazio all’esterno del laboratorio a Rovereto in via della Terra 12, dove poter lasciare i libri e, volendo, scegliere tra quelli che si trovano già lì
  • al parco di Brentonico, i libri possono essere lasciati per il bookcrossing nel tronco di un grande albero (v. immagine sotto).

Albero per book crossing nel parco di Brentonico

Credits: La casa Imperfetta

Uno scambio può essere anche fatto alla libreria Rileggo a Trento in via San Martino 64. Qui, infatti, ritirano libri, cd e vinili usati e in cambio danno un buono da spendere all’interno della libreria per l’acquisto di altri libri, cd e vinili.
Rimanendo in tema di libri, loro NON ritirano le edizioni acquistate tramite posta (euroclub, club degli editori e mondolibri), libri scolastici, enciclopedie e satira e libri in lingua straniera diversa dall’inglese.

3. Vendita

Per la vendita, oltre che su Subito.it o sul Market di Facebook, ci sono i mercatini dell’usato dove tu, vai, fai la tua bancarella e li vendi direttamente, oppure i negozio di usato. Quelli individuati da me sono:

  1. Mercati dell’usato
    • Mercatino d’altri tempi, che si svolge a Rovereto da febbraio a dicembre, ogni primo sabato del mese, dalle ore 8.00 alle ore 18.00. Informazioni per partecipare qui
    • Mercatino dei Gaudenti, che si svolge a Trento da febbraio a dicembre (agosto escluso) in piazza Garzetti il secondo sabato del mese e in piazza Dante il quarto sabato del mese, dalle 8.00 alle 16.00. Per informazioni sul regolamento e il tesserino, clicca qui.
  2. Negozi dell’usato, quello di Rovereto

4. Riciclo

Ultimo, ma non ultimo, il riciclo creativo, ma qui dipende molto dalle tue capacità e pazienza. In rete si trovano davvero un sacco di idee che nella maggior parte dei casi renderanno il libro illeggibile, ma che sono davvero bellissime.

Fonte: Better Homes & Gardens

Fonte: Pinterest

E ora uno spoiler dell’allestimento della Faccia #6 che posterò a giorni: ho usato le pagine di un vecchio libro per stampare delle immagini che mi piacevano.

Pagine di libro con delle immagini stampate
Credits: la casa imperfetta

Se, invece, sei un’artista, dotata di grande pazienza, allora potresti cimentarti nel book folding, una sorta di origami da fare con le pagine dei libri. Dai un’occhiata al blog di Chiara di Inbookalupo_carta_scolpita: riesce a fare dei veri capolavori piega dopo piega. Sotto una delle sue creazioni. Ah, se vuoi, accetta anche libri usati per poterne realizzare altre. In caso, puoi scriverle, in modo da mettervi d’accordo.

Ritratto di Marilyn Monroe con tecnica del book folding
Credits: Inbookalupo_carta_scolpita

Spero che questo post aiuti a liberare anche i tuoi libri. Se decidi di cimentarti nel riciclo creativo, mandami qualche foto che sono curiosa di vedere il risultato!